Crema di Pomodoro al Profumo di Basilico

MARITO ALLA PARMIGIANA

Ci sono un sacco di volte che ho chiesto a mia mamma:”Ma non è ancora pronto???”

Sicuramente l’abbiamo fatto tutti da piccoli…beh mia moglie continua anche da grande!

Ho fatto altre volte la crema di pomodoro ma questa qui è proprio velocissima da fare ed è saporitissima! Questa è una di quelle ricette che si fanno con le cose più comuni che abbiamo in casa ed ha riscosso un successone!

E’ vero che più ingredienti non lavorati si usano meglio è ma quando sei a casa a volte bisogna improvvisare!

Crema di Pomodoro al Profumo di Basilico

Ingredienti per 6 persone (circa 250 ml a testa):

  • 1 lt passata di pomodoro
  • 500 ml di acqua
  • 2 dadi vegetali
  • 25 g burro
  • 25 g farina
  • 250 ml latte
  • pepe nero
  • noce moscata
  • mezza patata oppure una patata molto piccola
  • una cipolla rossa (ma anche bianca)
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva al basilico
  • 300 g formaggio…

View original post 387 altre parole

Annunci

Danilo Ciavattini, sapori autentici e idee innovative.

DSC_7813

L’ identità culinaria di Danilo Ciavattini nasce dalle sue origini, dai sapori veri e unici della campagna, ma viene elaborata puntando all’innovazione. Tra le sue ricette d’alta cucina: Ravioli di ricotta, fegatini di pollo balsamico e alloro.

Originale e tradizionale, morbida e decisa, delicata e saporita, semplice e complessa, profonda ma leggera. Questa è la cucina di Danilo Ciavattini, chef stellato del ristorante Enoteca La Torre a Villa Laetitia a Roma, questa la sua identità culinaria, che nasce dalle sue origini, dai sapori veri e unici della campagna, ma che viene elaborata puntando all’ innovazione.

Per leggere il resto dell’articolo e della ricetta aprite questo link.

La galleria fotografica di alcune creazioni dello chef stellato Danilo Ciavattini la trovate qui.

View original post

Risotto al radicchio e parmigiano

sale zucchero e cannella...

Sarà che il mio fisico non ha avuto tempo di abituarsi al brusco cambio di temperatura, ma in questi giorni quando penso di cucinare qualcosa immagino subito una pietanza che vada gustata calda, appena tolta dal fuoco!
In frigo avevo un pò di radicchio da far fuori, comprato inizialmente per farlo alla griglia…naturalmente quando ancora qualche giorno fa eravamo intorno ai 25 gradi e l’idea della grigliata ci stava perfettamente!
Ora invece vado di zuppe, minestre e risotti alla grande!!! 😀
Ed ecco che il piatto si riempie di questo bel risotto! Io l’ho fatto con il KCC ed è uscito uno spettacolo! Questa volta, finalmente, non si è attaccato al fondo e credo che il segreto sia non far asciugare troppo il brodo 😉
Un consiglio: io non l’avevo, ma l’aggiunta di un bel formaggio cremoso come gorgonzola o taleggio ci sta a meraviglia!!! 😛

riso al radicchio KCC

Per 2 persone:

  • 6…

View original post 226 altre parole

Ottava edizione per il Milano Whisky Festival

Chefs4Passion

P: Lo scorso weekend la sala Le Baron del Marriott Hotel di Milano ha ospitato l’ottava edizione del Milano Whisky Festival.

Il MWF rappresenta ormai una manifestazione di successo con oltre 2.500 etichette messe a disposizione da 40 espositori, le masterclass per gli appassionati, un angolo food dedicato a piatti e prodotti delle highlands, un mini shop con capi d’abbigliamento scozzesi e uno stand dedicato alle birre scozzesi, che stanno riscuotendo sempre più successo anche in Italia.

Presente anche in questa occasione Outox, bibita gassata che è stata creata per accelerare l’eliminazione naturale dell’alcool dal corpo umano. Il tutto avviene attraverso una combinazione tra acido citrico, che rallenta lo svuotamento dello stomaco, e fruttosio, che agisce sul fegato stimolando la produzione di enzimi che ossidano l’alcool in acqua e CO2.

Milano Whisky Festival sarà presente anche all’Artigiano in Fiera (Fiera Milano Rho) al Padiglione 7 “Europa” Stand H16-H24 / K15-K23…

View original post 13 altre parole

L’incontro con il Re dell’Oca, Gioachino Palestro

Chefs4Passion

P: Avevo sentito parlare di questo personaggio in diverse occasioni, ero curioso di conoscerlo e settimana scorsa è capitata l’occasione giusta con una cena insieme a Rosita Dorigo (food designer), Camillo Pisano (direttore de I piaceri della vita), la collega blogger Giovanna Hoang e gli chef Fabio Barbaglini (1 stella Michelin) e Gianni Sarzano (ristorante il Bivio di Quinto Vercellese); ma il protagonista era lui, Gioachino Palestro, colui che viene definito il Re dell’oca, colui che ha riportato l’oca sulle tavole italiane.

Lo potrei definire uno di quei personaggi di una volta, dal grande carisma, che ama fare le cose come si deve, a modo suo e che hanno mille esperienze da raccontare.

Nata da una famiglia di agricoltori, il suo rapporto con le oche è iniziato dapprima per gioco poi trovò sul suo percorso Giacomo Bologna (Braida – Azienda Vitivinicola) che lo ha incoraggiato, incentivato, spronato a credere in…

View original post 334 altre parole

‘Mozao’, la tigella modenese è nella capitale!!!

‘La tigella non è una pizzetta, non è un panino, non è una piadina, non è una focaccia, la tigella è una tigella’.

Bhè, più chiaramente di così credo proprio che non si possa definire: la tigella è una tigella!
Ok, ma cos’è una ‘tigella’???
La crescentina (nome originario), ormai nota come tigella, è un pane tipico dell’appenino bolognese e modenese, che viene generalmente cotto su una piastra di ghisa o di alluminio, e viene poi farcito con affettati, sottaceti, stracchino,  squacquerone o sott’oli, oppure viene reso dolce farcendolo con crema di nocciole o marmellata.

Accomunati dalle origini emiliane, e ovviamente dall’amore per la tigella, Clara e Riccardo, hanno deciso di portare i sapori romagnoli nella capitale, salutandoci con il loro ‘Mozao’!!! Mozao, o meglio ‘ma ciao’, pronunciato in dialetto emiliano, è un nuovo protagonista dello street food take away capitolino. La Bruna, la loro piccola ape itinerante…

View original post 285 altre parole

Pane semintegrale ai semi di papavero

sale zucchero e cannella...

Eccomi finalmente a voi con un nuovo post e non un revival…YEEEEEH! Anche qui pare sia arrivato l’autunno, così di botto! Lo scorso fine settimana al mare e da ieri, cappotto! Mah…
Io in tutto ciò sembro essermi risvegliata da un letargo estivo (scusate, io vado controcorrente!!!), e forse anche perché mi sento un pò meglio, mi è tornata la voglia di rimettermi in cucina nei ritagli di tempo…e cosa potevo fare fin da subito? Rimettere le mani in pasta, naturalmente! Impastare e fare pane, pizze e lievitati è diventata la mia passione predominante in cucina e quello che ne è venuto fuori questa volta è una pagnotta coi semini scrocchiarelli di papavero…

pane papavero

le dosi sono molto semplici:

– 150 g di farina integrale , io Molino Chiavazza

– 150 g di farina…

– 150 g di lievito madre già rinfrescato (o mezzo cubetto di lievito di birra, circa 12…

View original post 133 altre parole